banner
banner

ECUADOR – La notizia è apparsa sui siti ecuadoriani nel tardo pomeriggio di ieri. Due dei cinque finti poliziotti che lo scorso venerdì, armati di pistola, avevano sequestrato lo chef sulmonese, Panfilo Colonico, sono stati tratti in arresto dalla Polizia. Gli agenti li avrebbero fermati e identificati per poi interrogarli a fine di venire a capo dell’intricata vicenda. La speranza è che nelle prossime ore si possa chiudere il cerchio. Dai rapitori arrestati la Polizia cerca indizi per risalire anche agli altri tre banditi ma soprattutto a Colonico. Da venerdì non si hanno notizie, fatta eccezione del video che gli autori del blitz avevano inviato alla Polizia. La speranza è che possa essere trovato sano e salvo come è accaduto alcuni giorni fa per cinque dispersi che le forze dell’ordine avevano recuperato in un caveau, sempre in Ecuador. La vicenda si è tinta di giallo proprio ieri quando una guardia del corpo di Colonico era stata sorpresa a rubare due televisori e una somma in contante nel locale dello chef. Da circa un mese e mezzo i dipendenti non vengono pagati. Per cui la situazione economica non dev’essere particolarmente rosea. Lo stesso chef sulmonese, poco prima del sequestro, aveva assunto due operatori della sicurezza per tutelare la propria incolumità. Da Sulmona si seguono con attenzione gli sviluppi del caso. I suoi familiari più prossimi hanno detto di non volerne sapere, che si tratta probabilmente di una messa in scena. Stando alle ultime evoluzioni è difficile pensare ad una finzione. Aggiornamento ore 3,47 Panfilo Colonico è stato liberato nelle tarda serata di ieri e sarebbe in buone condizioni di salute. Anche la sua linea telefonica è tornata attiva. I particolari si sapranno nelle prossime ore

Lascia un commento