banner
banner

SULMONA – Aveva chiesto un patrocinio legale gratuito, ma supera il reddito di poche centinaia di euro e il giudice la condanna per falso. Protagonista dell’incredibile vicenda è una donna di Sulmona, che per risparmiare circa mille euro relativi al costo della parcella di un avvocato di fiducia, ora ne dovrà pagare 48 mila 918: è infatti questa la cifra che il giudice del tribunale di L’Aquila ha fissato con un decreto penale commutando la pena detentiva di 12 mesi di reclusione in pena pecuniaria. Secondo quanto riporta l’agenzia Ansa la donna non aveva i soldi per pagare l’avvocato per difendere la figlia minore, indagata in un procedimento penale e ha chiesto così di poter accedere al gratuito patrocinio. Dai controlli eseguiti dalla Procura della Repubblica sarebbe emerso che il suo reddito è di poche centinaia di euro superiore al limite fissato per poter ottenere il beneficio. La donna, tramite un altro legale ha già annunciato di voler fare ricorso al decreto penale, ritenendo la condanna “esagerata e fuori da ogni logica”.
A.D.A.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com