banner
banner

SULMONA – Un sontuoso concerto al Teatro “Caniglia” ha inaugurato l’anno scolastico del Polo Umanistico “Ovidio” fra la possente esibizione del maestro Gaetano Di Bacco e l’applauditissima performance degli “ambasciatori di Ovidio”, gli studenti del Polo che hanno letto dei brani del sommo poeta. Comincia sotto i migliori auspici l’anno scolastico dei tre licei ( Classico, Artistico e Vico) che, unendo le forze, hanno regalato due ore di intrattenimento e cultura al caloroso pubblico. La manifestazione si è resa possibile grazie al coinvolgimento della Camerata Musicale e del Concorso Internazionale di Canto Lirico “M. Caniglia”. Ad aprire il concerto i saluti istituzionali del sindaco di Sulmona Annamaria Casini, presente insieme al consigliere Roberta Salvati e del Dirigente Scolastico Caterina Fantauzzi che ha lasciato ai liceali il messaggio del Presidente emerito della Repubblica Carzo Azeglio Ciampi, recente scomparso, quando il 17 maggio 2001 si rivolgeva proprio ai giovani nel suo discorso in piazza Garibaldi. “Quello che sto vedendo in questo momento è il più grande spettacolo del mondo”- ha esordito il sindaco Casini. “Spesso i giovani hanno un po’ paura dell’opera ma l’uomo ha l’ha sempre cercata”- ha sottolineato il Direttore Artistico del Concorso Caniglia Gaetano Di Bacco. E’ stato proprio il sassofonista a rompere le righe con una spettacolare esibizione, accompagnato dalla professoressa Sabrina Cardone al pianoforte. A loro si è affiancata la VicOvidio Music Band, orchestra ufficiale dell’Istituto, diretta dal Maestro Maurizio Ricciotti. I brani in programma hanno spaziato dai generi classici alla musica da film, toccando le opere dei più grandi autori del panorama italiano ed internazionale. Alcuni liceali hanno incantato il pubblico, declamando i versi di Ovidio, sotto la guida di Antonella Gentile. “Con questo concerto vogliamo dare il benvenuto ai ragazzi delle classi prime che entrano a far parte della grande famiglia del Polo”- hanno aggiunto la docente Cardone e Lorenzo Scalzitti, studente del Liceo Classico. La manifestazione intende, in un secondo momento, dare il via anche all’anno ovidiano nel bimillenario della morte di Ovidio. L’appuntamento per tutti è con la “Lectura Ovidii”, la rassegna culturale che riprenderà il prossimo 11 ottobre con un protagonista d’eccezione, l’attore Giorgio Pasotti.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento