banner
banner

SULMONA – Digitalizzazione reti, controllo perdite ed implementazione strategie asset management. Digitalizzazione delle misure di utenza con tecnologia Smart metering. Riparazione e riabilitazione della rete con Asset management. Sono queste le fasi del progetto che prevede la digitalizzazione delle reti idriche che ha portato la Saca a strappare i fondi ministeriali. Con decreto del Direttore generale del Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile è stata approvata la graduatoria dei progetti finanziati con i fondi del PNRR relativi alla “riduzione delle perdite nelle reti di distribuzione dell’acqua, compresa la digitalizzazione e il monitoraggio”. La Saca spa è risultata aggiudicataria di un finanziamento di oltre 5 milioni di euro relativo alla digitalizzazione delle reti idriche dei principali Comuni afferenti all’ambito gestito finalizzato al monitoraggio di tutta la rete ed alla ricerca e riduzione delle perdite. Nello specifico il progetto presentato propone interventi sui 2 maggiori centri per popolazione della Valle Peligna ( Sulmona e Pratola Peligna) e sui Comuni serviti dall’acquedotto Surriente caratterizzati da maggiore consumo energetico. L’ambito di intervento ha una popolazione servita di 40.602 abitanti con un’estensione complessiva delle reti pari a 219 Km. “Siamo enormemente soddisfatti di questo importante risultato che permetterà di mettere in campo azioni mirate alla riduzione delle perdite ed al miglioramento delle performance generali della rete che genereranno un notevole risparmio della risorsa idrica. Le azioni previste dal progetto presentato hanno anche l’obiettivo di ottenere, seppure per via indiretta, grossi benefici sulla riduzione del consumo energetico che rappresenta l’emergenza di oggi e la sfida di domani” – rilevano dal Cda della Saca- “ringraziamo il nostro ufficio di programmazione e progettazione per il lavoro svolto che ha portato a questo importante e strategico risultato”.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com