banner
banner

SULMONA – “Sarebbe opportuno e doveroso che l’attuale governo cittadino ascolti ogni tanto i nostri suggerimenti e si attivi per rafforzare gli Uffici preposti anche attraverso convenzioni con gli Ordini professionali e con lo stesso istituto Morandi”. Ad intervenire sul provvedimento adottato dal governo sull’eco e sisma bonus è il circolo sulmonese del Pd che rilancia l’allarme sulla carenza di organico dell’ufficio urbanistica di Palazzo San Francesco. “L’imperdibile occasione ha messo in moto tantissimi di professionisti, amministratori ed imprese che già stanno predisponendo progetti e certificazioni. Contemporaneamente, tuttavia, raccogliamo costanti preoccupazioni da parte di tutte le categorie e degli stessi proprietari che, alla luce delle lungaggini burocratiche mostrate negli ultimi anni dall’ufficio tecnico del Comune, temono riscontri quantomeno tardivi”- fanno notare dal Pd ricordando che “l’ufficio urbanistica del Comune di Sulmona, ridotto ad una sola unità effettiva, bistrattato ed umiliato dall’attuale amministrazione, che ha preferito bandire tutti i concorsi tranne che quelli per funzionari tecnici, difficilmente riuscirà a far fronte in tempi brevi alla mole di lavoro straordinario che certamente si presenterà”. “Temiamo perciò che l’attuale amministrazione possa ancora una volta dimostrarsi inadeguata mettendo a serio rischio un grande opportunità di rilancio del settore e dell’economia in genere causando danni gravi ed irreparabili ai cittadini in caso di mancato riconoscimento del credito d’imposta potrebbero poi agire con possibili richieste risarcitorie proprio nei confronti dell’amministrazione”- concludono i dem sostenendo che “parimenti gravi sarebbero le conseguenze per tutto il settore che ancora una volta si sta adoperando con slancio e professionalità. Sarebbe opportuno e doveroso che l’attuale governo cittadino ascolti ogni tanto i nostri suggerimenti e si attivi per rafforzare gli Uffici preposti anche attraverso convenzioni con gli Ordini professionali e con lo stesso istituto Morandi. Quest’ultimo potrebbe difatti coinvolgere gli studenti neodiplomati con la formula del tirocinio professionale creando opportunità di nuovi sbocchi lavorativi ai nostri ragazzi certamente in grado di coadiuvare uffici con entusiasmo e capacità”. (a.d’.a.)

banner

Lascia un commento