banner
banner

SULMONA – Chiude la caserma agenti al carcere di Sulmona. L’allarme lanciato nei giorni scorsi dai sindacati sulla presunta inagibilità della stessa si è rilevato fondato. In tarda mattina è stato diramato l’ordine di servizio interno che dispone la chiusura della caserma. La Uil ha così indetto lo stato di agitazione di tutto il personale “in attesa di ulteriori decisioni che intenderemo intraprendere per testimoniare il nostro più grande sdegno”- avverte il Segretario Confederale Mauro Nardella che proprio questa mattina aveva chiamato a raccolta le istituzioni e in una lettera indirizzata al Ministro della Giustizia e al Prefetto aveva chiesto “un fattivo quanto immediato intervento volto a risolvere il problema e, per quanto di vostra competenza , tutto il possibile supporto alla Direzione della Casa di reclusione di Sulmona”. “Questo stato di cose sta ingenerando forti malumori e non poco smarrimento tra il personale di Polizia Penitenziaria atteso che, molti dei 267 agenti operanti in istituto, provengono da realtà extra territoriali e quindi necessitanti di supporto logistico”- sottolinea Nardella nella missiva facendo pure notare “che la presenza di personale pernottante ha permesso, e tuttora lo fa, di dirimere diverse situazioni emergenziali, non ultimi i diversi casi di movimenti tellurici che hanno caratterizzato il vissuto dei residenti nei recenti anni passati” e che “la cronica carenza organica dell’Istituto di pena, la presenza di immediate forze disponibili (come le circa 50 unità mediamente ospitate in caserma) consente il regolare svolgersi delle quotidianità professionali nonché il potenziamento della sicurezza dell’intero carcere”. La chiusura è stata così diramata in attesa di ulteriori disposizioni. Dopo le verifiche sismiche è venuto fuori che i parametri della struttura garantiscono una scarsa resistenza agli eventi sismici. La caserma potrà essere utilizzata solo per le attività del primo piano e per un breve arco temporale nel corso della giornata.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento