banner
banner

SULMONA – Era finito sotto processo con l’accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, ovvero per aver ceduto circa un grammo di eroina all’amico. Ma il Tribunale lo ha assolto facendo di fatto cadere l’intero castello accusatorio. La sentenza è stata pronunciata oggi dal giudice, Francesca Pinacchio, e riguarda il procedimento penale a carico di un 48 enne di Sulmona, P.C. Il giovane era stato fermato dai Carabinieri nel 2017, sotto casa di una terza persona, mentre cedeva la sostanza all’amico. Da qui l’imputazione che lo ha portato davanti al giudice. Il suo legale, Andrea Marino, è riuscito a dimostrare che quella non era in verità una cessione ma un acquisto di gruppo per il consumo della sostanza a titolo personale, come ha confermato l’amico dell’imputato che ha testimoniato nel corso del processo. Un’operazione che, secondo la difesa, non configura un’accusa di spaccio. Il giudice ha quindi accolto questa tesi e ha pronunciato la sentenza di assoluzione per il 48 enne di Sulmona.
Andrea D’Aurelio

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com