banner
banner

SULMONA – Nessuna fermata nell’area tra il Parco Daolio e l’area camper per la Ferrovia dei Parchi. A farlo notare è il consigliere comunale di Fratelli d’Italia, Salvatore Zavarella, che raccoglie le rimostranze dei camperisti che da giorni stazionano in città nell’area dedicata. Ascensore non funzionante, scale piene di degrado e inciviltà e nessun collegamento con il circuito del treno storico. Non una cartolina né un biglietto da visita per dirla con le parole dello stesso Zavarella che inaugurò lo scorso anno l’area camper. “È impensabile non prevedere una fermata in quella zona dove si concentra il cosiddetto turismo itinerante. D’altronde gli orari dei bus di linea non combaciano con le esigenze dei viaggiatori del treno storico. Ed ecco che i camperisti, il più delle volte, sono costretti a recarsi a piedi fino alla stazione”- tuona Zavarella rimarcando pure il vulnus dell’offerta culturale. “Eventi di richiamo in questo ponte dell’immacolata sono stati programmati solo nei paesi limitrofi con i mercatini di Natale. Non si può cambiare di rendita, senza una proposta attrattiva”- aggiunge l’ex assessore. Dal Comune spiegano che le navette della Ferrovia dei Parchi fanno la spola dal piazzale della stazione ferroviaria al piazzale Di Bartolomeo, secondo l’accordo sancito tra l’ente e la Transiberiana d’Italia. Da qui la proposta di Zavarella di allargare il circuito con una fermata in piazza Ricciardi.

banner

Lascia un commento