banner
banner

Nel pomeriggio di oggi sarà trasferito dalla Rianimazione al reparto di Degenza Breve del San Salvatore dove resterà per alcuni giorni prima di essere dimesso e tornare a casa. Tornerà, quindi, a casa nei prossimi giorni il giovane della provincia di Roma, ricoverato nel reparto di Rianimazione dell’ospedale di L’Aquila dal 27 agosto scorso, dopo essere stato colpito da un fulmine, mentre era con altri due amici, durante un’escursione sul Gran Sasso. I medici di Rianimazione del San Salvatore, il prof. Franco Marinangeli, come direttore dell’Unità operativa complessa di Anestesia e Rianimazione e il dr. Antonello Ciccone in veste di responsabile della Terapia intensiva hanno sciolto la prognosi e nel pomeriggio di oggi lo trasferiranno nel reparto di Degenza Breve dove resterà per alcuni giorni per continuare terapie e medicazioni delle ustioni riportate a causa della scarica che lo ha colpito.

Sono stati, invece, recuperati illesi stanotte dalle squadre di terra del  Soccorso Alpino dell’Aquila, i quattro escursionisti dispersi sul Corno Grande, sul Gran Sasso

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com