banner
banner

SULMONA – Il Rup (Responsabile Unico Procedimento) incaricato non avrebbe garantito la sua disponibilità perché troppo oberato di lavoro e l’iter per indire la manifestazione d’interesse resta fermo al palo. Incredibile ma vero. Non si sblocca la situazione per i sei lavoratori della Creaservice, la cooperativa che ha gestito il servizio guardiania per conto del Comune. Nel corso dell’ennesimo summit con i sindacati sarebbe stato il Dirigente del quarto settore a tirare fuori le carte per giustificare i lunghi tempi d’attesa che non hanno portato finora all’indizione della manifestazione d’interesse per un appalto che riguarda solo il deposito dei trasporti. Tutta colpa della mole di lavoro degli uffici verrebbe da dire e forse anche di una riorganizzazione che stenta ad arrivare. Il funzionario scelto dalla Segretaria Comunale Francesca De Camillis non è disponibile per indire le gare perché oberato di lavoro fanno sapere fonti vicine a Palazzo San Francesco ma qualcuno dovrà pur occuparsi di questa benedetta manifestazione d’interesse. La portineria del Comune è sorvegliata da una sola unità dopo il parere della Segretaria che ha sancito l’avvio della separazione consensuale con sindaco e assessori mentre per i trasporti serve una manifestazione d’interesse per assegnare un appalto di un anno. Ma un mese e mezzo è già passato. Perché tra incaricare un Rup, incassare una rinuncia e nominare un altro funzionario, tanto ci vuole a Palazzo San Francesco. I lavoratori sono in aspettativa non retribuita fino al 30 novembre e di tempo non è che c’è ne è tanto davanti ma alla fine ognuno troverà un modo per tutelare la sua posizione e spartire le responsabilità. A rimetterci alla fine sono gli utenti finali, i lavoratori in questo caso ma anche i cittadini che restano i fruitori del servizio.

Andrea D’Aurelio

Lascia un commento