banner
banner

Il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, ha consegnato il sigillo della città alla formazione del Nuovo Basket Aquilano, fresca vincitrice dei playoff di serie C Gold e promossa al campionato interregionale di Serie B. Oltre al primo cittadino hanno preso parte alla cerimonia, che si è svolta nella Sala Rivera di Palazzo Fibbioni, l’assessore allo Sport, Vito Colonna, il presidente del sodalizio biancoblu, Roberto Nardecchia, l’allenatore Matteo Gioia, i giocatori e i componenti dello Staff tecnico e dirigenziale.  

“Un riconoscimento – hanno spiegato sindaco e assessore – che premia non solo una vittoria che riporta la palla a spicchi cittadina in serie B a trent’anni dall’ultima volta ma l’intero percorso di crescita di una società che ha raccolto significativi risultati in ambito regionale e nazionale, può contare su un movimento  di oltre 250 tesserati e rappresenta una solida realtà nell’alveo delle società sportive cittadine. Un successo che premia il lavoro svolto nel corso del tempo, testimoniato dalla presenza di molti atleti provenienti dal settore giovanile nella formazione che ha disputato il campionato e vinto i playoff con Isernia. Ci auguriamo che questa vittoria sia un punto di partenza e come amministrazione sosterremo il loro cammino. C’è un progetto importante, finanziato con il Fondo complementare al Pnrr, destinato a riqualificare, valorizzare e ampliare il PalaAngeli, storica casa del Nuovo Basket Aquilano che potrà contare su una struttura ancor più efficiente per lo svolgimento delle attività della prima squadra e dei ragazzi che la frequentano quotidianamente. Congratulazioni ai giocatori, allo staff tecnico-dirigenziale e al presidente Roberto Nardecchia che, insieme al fratello Paolo, ha dedicato una vista alla pallacanestro cogliendo un risultato che inorgoglisce l’intera comunità sportiva aquilana” hanno dichiarato sindaco e assessore.  

“L’invito ricevuto dal sindaco Pierluigi Biondi, che ringraziamo insieme a tutta l’Amministrazione Comunale per il caloroso sostegno alle nostre attività, è un altro motivo di orgoglio che si aggiunge alla felicità immensa conquistata mercoledì sul campo. Un orgoglio legato ad aver riportato la città che tutti amiamo in un palcoscenico prestigioso di livello nazionale e conquistato al termine di una stagione durissima e dopo un campionato che ci ha visto fin dall’inizio lottare con la caparbietà tipica degli aquilani sui parquet d’Abruzzo e Molise. L’orgoglio di aver rappresentato la nostra L’Aquila facendo scendere in campo tantissimi elementi provenienti dal nostro settore minibasket e giovanile, integrati da atleti italiani ed internazionali che si sono calati in questa realtà capendo fin da subito il nostro spirito e il senso di collettività che la famiglia del PalaAngeli trasmette a tutti. La soddisfazione che ci resta dentro, al di là dello straordinario risultato sportivo, è quella di aver contribuito a rendere felici tantissime persone e, soprattutto, di aver radicato in una moltitudine di giovani la gioia di stare insieme, il senso di appartenenza e il concetto di spirito di sacrificio e rispetto che danno al nostro impegno la soddisfazione più grande che si possa ricevere” ha aggiunto il presidente del sodalizio biancoblu Nardecchia.  

Lascia un commento