banner
banner

SULMONA – Tredici lunghissimi anni, quattro amministrazioni comunali, cinque provinciali, due progetti e una lunga filiera di burocrazia e autorizzazioni. Il giorno tanto atteso, per il Liceo Classico Ovidio di Sulmona, è arrivato. Questa mattina il Comune di Sulmona ha proceduto alla consegna dei lavori all’impresa Salvatore e Di Meo, che si è aggiudicata l’appalto integrato, voluto dalla precedente amministrazione e dall’ex assessore comunale, Salvatore Zavarella. Lo sblocco delle necessarie autorizzazioni, compreso il placet di Fossa, si deve tuttavia all’attuale vice sindaco, Franco Casciani, che ha spinto per la consegna dei lavori, in attesa dei locali di stoccaggio del materiale da reperire con la Provincia. Al riguardo sarebbe stato individuato un capannone di proprietà del Comune nella zona peep anche se si sta vagliando anche la proposta pervenuta dall’ex assessore, Lorenzo Fusco che avrebbe messo a disposizione un locale. Le opere preliminari sono scattate in mattinata. Per cui la giornata del 28 settembre è da consegnare agli annali. Anche se, per rientrare nella sede storica dei liceali, ci vorranno almeno due anni. Se tutto andrà per il verso giusto gli studenti torneranno nel loro Liceo a settembre 2024. Tredici anni che diventeranno quindici. Uno “scandalo” all’italiana ma ora, grazie alla sinergia tra Comune e Provincia, finalmente qualcosa si muove. Lavori al via.

Lascia un commento