banner
banner
banner

SULMONA – “L’attuale amministrazione provinciale non può scaricare sugli altri le proprie responsabilità. Si rimbocchi le maniche e faccia quello che gli compete”. Cosi Antonio Del Corvo e Antonella Di Nino, rispettivamente già Presidente e Vice Presidente della Provincia dell’Aquila, che intervengono sulla sicurezza del Liceo “Fermi” di Sulmona. “E’ incredibile come nel giro di pochi anni l’attenzione sulle scuole medie superiori della città di Sulmona sia scemata”- fanno notare i due, componenti del coordinamento provinciale di Forza Italia. “Era ieri quando l’amministrazione provinciale a guida centrodestra formalizzava al Cipe ed alla Regione Abruzzo la richiesta di rimodulazione delle economie sugli interventi fatti, circa 7 milioni di Euro, e chiedeva ulteriori finanziamenti per la messa in sicurezza dell’immobile che ospita il “Fermi”. A distanza di circa due anni la nuova amministrazione provinciale a guida centro sinistra chiede aiuto alla protezione civile! Different style! Direbbero gli inglesi. C’era chi, conscio del ruolo che rivestiva proponeva le soluzioni e chi oggi chiede agli altri di sostituirsi alle proprie competenze”- tuonano Del Corvo e Di Nino. I due ricordano che “quando l’allora Ministro Barca, ministro con delega alla ricostruzione, venne a fare passerella al “Fermi” non diede soluzione al problema. Ora i suo successori e compagni di partito continuano a non proporre soluzioni”. Del Corvo e Di Nino chiosano con un appello. “Forza Italia non ci sta ed al fianco della gente pretende che chi ha voluto candidarsi per andare a ricoprire dei ruoli ora proponga le soluzioni che gli competono. L’Ovidio ed il Fermi attendono le risposte”.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento