banner
banner
banner

SULMONA – Il gruppo francese Psa (Peugeot, Citroen, Opel, Vauxhall) ha annunciato che avvierà la produzione di veicoli commerciali leggeri in Polonia, per soddisfare la domanda crescente del mercato. Obiettivo del partner di Fca in Sevel, ad Atessa, è rinforzare le quote di mercato in Europa e accelerare il suo sviluppo nelle altre regioni. Ma l’ulteriore passaggio riaccende la fibrillazione anche per lo stabilimento Magneti Marelli di Sulmona, all’indomani del nuovo sciopero domenicale della Fiom, che torna a chiedere attenzione sulla vendita della Marelli. “Le rassicurazioni dei sindacati firmatari del ccsl dimostrano che gli obiettivi degli stessi sono altri. Noi della Fiom, nelle ultime assemblee, avevamo detto ai lavoratori quale poteva essere lo scenario e i rischi che correva lo stabilimento di Sulmona. Ora ci piacerebbe sapere cosa dicono i firmatari e il Sindaco di Sulmona”- insorgono dall’organizzazione sindacale ribandendo che la “Fiom ritiene fondamentale che il Mise e la Regione Abruzzo prestino la massima attenzione sulla vicenda della vendita di Magneti Marelli. Ora piuÌ€ che mai, dopo le notizie di PSA su Sevel, c’eÌ€ bisogno di andare al Mise e capire le strategie dei nuovi acquirenti. La Fiom si batteraÌ€ per la difesa dell’ultimo baluardo industriale di Sulmona”.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento