banner
banner

SULMONA – Una prova per difendersi da un eventuale allarme coinvolgendo tutti i comandi del territorio. Sarà questa la tappa successiva per addivenire alla messa in funzione del piano di emergenza esterno dello stabilimento Sistemi Sospensioni di Sumona. Nel summit di questa mattina a Palazzo San Francesco, alla presenza dell’assessore comunale alla protezione civile Antonio Angelone, si è fatto il punto della situazione sul lavoro di sinergia fra Comune e Prefettura per la ricezione del piano ma si sono tracciati anche gli obiettivi da centrare a breve. Dopo aver proceduto alla pubblicazione della bozza del piano sul sito istituzionale del Comune, così come previsto dall’iter, restando consultabile dalla popolazione per trenta giorni, la sperimentazione della pianificazione giunge all’importante fase conclusiva tesa a fornire tutte le spiegazioni necessarie ai cittadini. “La Valle Peligna va sempre incontro a un rischio idrogeologico e naturalistico per questo un stabilimento industriale va sempre attenzionato”- afferma Angelone annunciando che a breve si terrà anche una prova-simulazione per prevenire le eventuali emergenze. All’incontro questa mattina in Comune oltre ad Angelone erano presenti Lucia Chiara Buonocore, Viceprefetto Aggiunto dell’Aquila, Domenico De Bartolomeo, Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco dell’Aquila e Vincenzo Vesce, direttore Stabilimento Marelli di Sulmona.

Andrea D’Aurelio

Lascia un commento

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com