banner
banner
banner

SULMONA – Alla Magneti Marelli di Sulmona partono le modifiche ai carichi di lavoro e alle postazioni degli addetti alla verniciatura cataforesi, il trattamento che serve a rendere leghe e metalli resistenti alla corrosione. A renderlo noto su facebook è la Fiom Cgil Provincia dell’Aquila, all’indomani del nuovo vertice con la Sistemi Sospensioni. Le modifiche – che prevedono spostamenti fra gli addetti e carichi di lavoro meno pesanti – sono state attuate in via sperimentale da lunedì. “Si tratta di un primo esperimento – avvertono i rappresentanti sindacali aziendali della Fiom – che sarà oggetto di continue verifiche da parte nostra, al fine di migliorare e tutelare la sicurezza e la salute dei lavoratori. Nella prossime settimane vigileremo che tutte le problematiche segnalate dai lavoratori vengano risolte nel miglior modo possibile, rispettando anche la tempistica dataci dall’azienda”. La Fiom nel frattempo si è mobilitata nei giorni scorsi per l’accensione del riscaldamento nello stabilimento, visto il repentino abbassamento delle temperature. La modifica ai carichi di lavoro si è resa necessaria all’indomani dell’intesa storica raggiunta lo scorso mese di luglio. Un accordo che ha portato all’abbattimento della cassa integrazione e del contratto di solidarietà e all’assunzione di 43 lavoratori, tutti della zona. Si torna a scommettere dunque sull’occupazione giovanile, rimettendo anche in moto l’indotto legato al più grosso stabilimento del Centro Abruzzo coi suoi 636 occupati.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento