banner
banner
banner

SULMONA – La scuola dell’infanzia “Carlo Collodi”, sita presso la Scuola Media “Capograssi”, sarà trasferita al piano terra dell’edificio destinato ai 64 alloggi del contratto di quartiere, mentre la scuola dell’infanzia “Celidonio” sarà allocata temporaneamente presso l’immobile di proprietà comunale sito in via L’Aquila, l’ex Centro Diurno. E’ quanto ha stabilito il sindaco di Sulmona Annamaria Casini nell’apposita ordinanza, firmata nel primo pomeriggio. Le lezioni per gli alunni dei due edifici riprenderanno regolarmente domani, giovedì 13 ottobre. Per l’asilo di via Crispi il suono della campanella è previsto, probabilmente, per la giornata di lunedì sempre nei 64 alloggi della zona peep. Ancora tutto da definire invece per quei 150 studenti che, per il suono della prima campanella del nuovo anno scolastico, dovranno attendere ancora qualche giorno. Si tratta degli alunni del “Regina Margherita”, scuole dell’infanzia di via Trento e “Montessori” e l’asilo di Bagnaturo. L’accordo fra il Comune di Sulmona e la diocesi di Sulmona-Valva è stato raggiunto ma in queste ore bisogna sciogliere ancora qualche nodo burocratico circa la destinazione d’uso degli edifici di culto. A breve i bambini andranno a lezione nelle parrocchie di Maria Ss. Ausiliatrice, San Giovanni Capestrano e Santa Famiglia di Bagnaturo. Secondo indiscrezioni dovrebbe riaprire lunedì sempre nel contratto di quartiere. “Contiamo di risolvere la situazione per i primi giorni della prossima settimana”- ha annunciato il sindaco Annamaria Casini.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento