banner
banner

SULMONA – Non si scenderà in piazza per il Tribunale. Almeno per ora. Lo hanno deciso gli avvocati riuniti oggi in assemblea dall’Ordine Forense nel pieno della battaglia per la salvaguardia dei quattro presidi di legalità che arriva alla sua face cruciale. La manifestazione che era stata programmata per il prossimo 14 settembre è stata differita visto che ben tre dei quattro comuni interessati sono impegnati in campagna elettorale. L’obiettivo è quello di evitare strumentalizzazioni di sorta e mantenere coeso e compatto il fronte parlamentare in forza dei recenti impegni assunti. Per venerdì è stato convocato un nuovo summit per avere rassicurazioni sulle precise tempistiche riguardo la calendarizzazione del disegno di legge Caliendo in sede deliberante nell’apposita commissione al Senato. Ma l’Ordine degli avvocati non si è di certo fermato. In queste ore ha intrapreso l’opera di sensibilizzazione sul territorio con volantini e manifesti come pure ha incontrato rappresentanze dei sindacati, associazioni di categoria e ordini professionali, dipendenti di Procura e Tribunale per raccogliere proposte. Curiosa e d’impatto l’iniziativa che sarà posta in essere nei prossimi giorni. “Abbiamo intenzione di collocare un grande orologio davanti al Tribunale ( come del resto sarà fatto negli altri presidi) per dare l’idea del countdown che scandisce la battaglia”- annuncia nell’edizione serale di Onda Tg (ore 20), il Presidente del Consiglio dell’Ordine Luca Tirabassi- “l’auspicio è che il conto alla rovescia si interrompa quanto prima con la proroga per i quattro Tribunali”.

Andrea D’Aurelio

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com