banner
banner

SULMONA – Dare forza alle esigenze dei cittadini e dei lavoratori che si spendono ogni giorno per la sanità pubblica e ridare dignità all’ospedale di Sulmona, sostenendo la classificazione di primo livello. E’ questa la mission della Uil che rilancia la battaglia per il potenziamento del nosocomio sulmonese con aria di rinnovamento, annunciando l’ingresso nel sindacato di Gianna Tollis, Claudio Incorvati e Mauro Incorvati. La fotografia scattata sull’ospedale peligno fa emergenza un quadro a tinte fosche, con una carenza di personale che arriva ai massimi storici. Il presidio è rimasto con quattro unità operative complesse, rianimazione compresa, ma la lungodegenza risulta ancora inattiva. “Vanno fatti concorsi e assunzioni perché senza stabilizzazioni la sanità non può funzionare al meglio. Certe carenze e criticità sono il frutto anche di scelte clientelari come il fatto di istituire unità operative complesse, reparti veri e propri, in unità operative semplici dipartimentali”- tuonano dalla Uil rimarcando che “l’ospedale di Sulmona ha bisogno di uscire dall’emergenza dovuta alle carenze di personale in ogni settore, da quello medico ed infermieristico, a quello degli operatori socio-sanitari, fino al personale tecnico ed amministrativo”. (a.d’.a.)

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com