banner
banner

“Più di un anno fa abbiamo messo in evidenza la problematica della riqualificazione delle palazzine Ater di via Fratelli Angeletti a Sulmona, sgomberate dopo il terremoto del 2009. Attualmente versano ancora in uno stato di abbandono ma dopo vari colloqui con la dirigenza dell’Ater ci dissero che avevano già dato incarico per la progettazione preliminare e verifica dei lavori da eseguire sulle palazzine”. E’ quanto afferma l’esponente locale di centrodestra, Alberto Di Giandomenico, già candidato consigliere comunale nella lista Masci Sindaco, secondo il quale “é importante non lasciare mai questioni in sospeso soprattutto quando è urgente dare una risposta importante all’emergenza abitativa”, prosegue, “diamo merito all’Ater di aver riaperto la sede di Sulmona ma è necessario affrontare in maniera definitiva la problematica per venire incontro alle famiglie bisognose che, non solo a causa del Covid, hanno perso il lavoro e sono in difficoltà economiche, anche alla luce dei rincari dell’energia elettrica e del gas. Quale cosa migliore procedere alla ricostruzione delle palazzine Angeletti per assegnare quegli appartamenti a chi ne ha bisogno?”, si chiede Di Giandomenico che torna a sollecitare all’Ater ed al Comune un intervento urgente “per dare un segnale importante alla città ed iniziare l’anno con il piede giusto”, conclude.

banner

Lascia un commento