banner
banner

SULMONA – Quando una strada si trasforma in una terra di nessuno. E’ il caso di via Armando Diaz, parallela dell’ex Caserma Cesare Battisti nel quartier generale di S. Francesco Di Paola, dove incuria e degrado hanno messo le radici. Basta farsi quattro passi lungo la strada per immortalare le criticità che balzano subito all’occhio. Si comincia dai pezzi di guaina, probabilmente quelli dell’ex Caserma, che si trovano a bordo del manto stradale. Sono lì abbandonati da qualche settimana. Da quando il vento forte mise in ginocchio il quartiere di viale Mazzini con alberi caduti, tetti scoperchiati e zone transennate. La vicinanza con la Caserma ha complicato la situazione. In fondo la strada troviamo una mini voragine che- a detta dei residenti della zona- si è aperta da almeno sette mesi. Sta diventando l’incubo di tutti gli automobilisti, costretti a ricorrere a manovre di fortuna, pur di evitarla. Proprio ieri sera stava per succedere la tragedia. “E’ tutto uno scarica barile ma qui nessuno interviene”- denunciano gli abitanti di via Armando Diaz che passano dalla pulizia fai da te alla protesta. “Subito dopo il maltempo abbiamo provveduto a ripulire noi il piazzale dalle tegole ma ora restano questi pezzi di guaina, senza contare le condizioni del manto stradale che lasciano a desiderare”- rincarano i residenti. Insomma è necessario che qualcuno batta un colpo e intervenga. Quanto alla guaina la rimozione non fa capo al Cogesa visto che non si può parlare, in questo caso, di rifiuti urbani.

Andrea D’Aurelio

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com