banner
banner

SULMONA-  Sette anni dopo. Poco più poco meno. Tanto ci è voluto per arrivare alla chiusura della progettazione per i lavori all’istituto De Nino-Morandi non senza prescrizioni.  Con il conseguimento di alcuni pareri positivi e la regolarità attestata dai Vigili del Fuoco si potrà finalmente procedere al bando di gara per l’esecuzione dei lavori che riguarderanno alcuni corpi di fabbrica del plesso; in particolare saranno interessati dagli interventi di adeguamento antisismico gli edifici delle palestre e spogliatoi (C2), quello di ingresso dell’istituto (C6) oltre un’ala composta da 4 piani e la copertura (C5). Il progetto esecutivo, redatto dalla Promedia s.r.l., sarà quindi realizzato secondo le più moderne tecnologie e materiali disponibili, prevedendo la demolizione e nuova posa in opera di muri perimetrali, pavimentazioni, infissi e impianti, per una struttura sicura e all’avanguardia. Il costo dell’intervento comporterà una spesa complessiva di € 4.710.159 e sarà concluso in 540 giorni lavorativi, ovvero in poco meno di due anni. Ricordiamo che una parte dell’istituto era stato interessato dai lavori di adeguamento (C1-C3-C4) nel 2011, per un importo dei lavori di € 4.825.199,06, poi sottoposto a sequestro preventivo nel 2014 dal G.I.P., Giuseppe Romano Gargarella, per l’accertamento di presunte irregolarità. Con la conferenza di questa mattina si è concluso l’iter progettuale – dichiara il Presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso -, e ho già interessato il dirigente del settore dell’edilizia scolastica, l’Arch. Stefania Cattivera, per avviare l’espletamento della gara d’appalto per l’esecuzione dei lavori dell’istituto ‘De Nino – Morandi’. La città di Sulmona avrà nuovamente un polo scolastico moderno e funzionale, fondamentale per la formazione dei giovani, per favorire e sostenere lo sviluppo di un territorio dalle grandi potenzialità. Il nuovo ‘De Nino-Morandi’ sarà una struttura sicura, moderna e rispettosa dell’ambiente”. Ieri ho salutato i miei colleghi del Consiglio Provinciale – dichiara il delegato all’edilizia scolastica per l’area Peligna, Andrea Ramunno -, e oggi, tornando al lavoro, sono estremamente soddisfatto per aver concluso l’iter progettuale che, entro i prossimi due anni, vedrà nuovamente accogliere gli studenti del ‘De Nino-Morandi’ nella città di Sulmona. Tutti conoscono le difficoltà affrontate per restituire al territorio questo importante presidio e oggi, finalmente, possiamo iniziare a programmare il futuro della città partendo proprio dai giovani che rappresentano il migliore investimento per le nostre aree ”. Fu sera e fu mattina. Sette anni.

Andrea D’Aurelio

 

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com