banner
banner

SULMONA – Un luogo dove poter dare con serenità l’ultimo saluto ai defunti, con possibilità di pernottare per i congiunti nel piano superiore e con l’attivazione di circa dieci posti di lavoro in un contesto economico e sociale che risente della crisi. Prende forma la Casa Funeraria a Sulmona che sarà pronta, se tutto filerà liscio, per il mese di settembre. Ma i lavori procedono speditamente. La casa funeraria sarà realizzata tenendo conto del risparmio energetico e della sicurezza sismica e si svilupperà su un unico piano per un totale di 1.200 metri quadrati in un’area verde di circa 3 mila metri quadri. Il cantiere, aperto a marzo 2018, è confinante con la nuova palazzina nell’area dell’ospedale cittadino che ospiterà a breve gli uffici amministrativi della Asl e i laboratori ospedalieri, nell’ambito del “Parco del welfare Pontenuovo”. L’iniziativa è della “Casa srl” di Caliendo e Salutari, e l’investimento complessivo supera il milione di euro. “Per settembre dovremmo farcela e prevedremo anche delle affitta camere al piano superiore per i parenti dei defunti che non hanno la possibilità di pernottare altrove”- spiega Paolo Salutari. L’opera è frutto di un progetto realizzato dallo studio dell’architetto Alberto Bisciardi di Avezzano in partnership con lo studio Casciani di Sulmona e con l’imprenditore Ennio Caliendo Junior. I lavori sono stati appaltati alla società Ciesse sas di Sulmona con il contributo (per la mediazione) dell’agenzia Bonifazi.

Andrea D’Aurelio

Lascia un commento