banner
banner

Dopo l’avvio delle procedure per la nomina di 25 primari di altrettante Unità operative complesse, in seguito all’approvazione della nuova rete ospedaliera da parte del Ministero della Salute, arriva un’altra buona notizia per il personale sanitario della Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila, nonostante le difficoltà causate dal recente attacco hacker ai sistemi informatici aziendali. Con una deliberazione del Direttore Generale, prof. Ferdinando Romano, l’Asl 1 – convinta che l’investimento più importante sia sempre quello nelle persone – ha assunto a tempo indeterminato 126 infermieri (ne erano inizialmente previsti 115), che con professionalità hanno svolto la loro attività di assistenza anche durante l’emergenza legata alla pandemia. Di questo più di una ventina interessano Sulmona. Si tratta infatti di personale sanitario che ha maturato, al 30 giugno 2022, almeno 18 mesi di servizio, anche non continuativi, di cui almeno sei mesi nel periodo di emergenza Covid 19. Se gli infermieri possono tirare un respiro di sollievo, gli oss restano con il fiato sospeso, in particolare i 25 reclutati con agenzia interinale che dovranno lasciare nosocomio peligno per cedere il posto ai vincitori di concorso. Lo scorrimento delle graduatorie è sempre da incentivare ma gli operatori reclutati in tempo di emergenza rischiano di essere scaricati dalla sera alla mattina.

Lascia un commento