banner
banner

SULMONA – Il nodo sembrava sciolto e invece la Provincia dell’Aquila ha dovuto indire un’indagine di mercato per reperire l’immobile da destinare a sede provvisoria dei ragionieri e geometri. Il locale dovrà avere una superficie complessiva di circa mq.1000,00 e dovrà in ogni caso essere idoneo ad ospitare circa n.200 alunni divisi in n.10 classi oltre al personale docente e non docente con relativi spazi, servizi e possibili spazi ricreativi. Dovrà essere inoltre garantita la dotazione di servizi igienici in numero adeguato a quanto stabilito dalle norme in materia igienico-sanitaria e di edilizia scolastica, distinti per sesso, oltre ad ulteriori servizi rispondenti alle norme per i diversamente abili. Per rispondere alla manifestazione d’interesse c’è tempo fino al prossimo 6 settembre. Poi inizierà la corsa contro il tempo per l’aggiudicazione e la sottoscrizione del contratto. Al bando risponderà l’impresa che fa capo all’ex convento di S. Antonio ma l’esame delle offerte prenderà il via solo al termine delle procedure di gara che pure vanno seguite. Si spera che la trafila amministrativa si chiuda in tempo per organizzare il trasloco e per il suono della prima campanella fissata per il prossimo 12 settembre. Un passaggio obbligato-spiegano gli addetti ai lavori- poiché non era possibile riprendere il vecchio avviso pubblico di tre anni fa. Tuttavia, sul fronte del trasloco, si spingerà il piede sull’acceleratore. È quasi scontato che gli esami di “riparazione” si svolgeranno nell’Iti di Pratola dove sono partiti nei giorni scorsi i sondaggi per gli approfondimenti sulla vulnerabilità sismica che nulla hanno a che vedere con l’abigilitá del plesso scolastico.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com