banner
banner
banner

SULMONA – “Nessuna maturazione sugli istituti e sulla gestione totale delle risorse”. E’ quanto rileva a Onda Tg il Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco Enzo Paolo Giovannone all’indomani della ricorrenza di Santa Barbara, non solo una festa ma anche un tempo per stilare un bilancio per i Vigili del Fuoco. Dopo aver elencato la serie di operazioni eseguite nel corso dell’anno dagli uomini del 115, Giovannone torna sulla riforma madia che ha accorpato i Carabinieri alla Forestale, con ovvie conseguenze per tutto il sistema. “Questo è un aspetto importante”- esordisce- “essendo da poco passate queste competenze al Corpo Nazionale non c’è stata una maturazione. Abbiamo triplicati gli interventi e ci siamo trovati di fronte a una situazione nuova che avrebbe messo in difficoltà qualsiasi componente”. Sono più di mille gli interventi eseguiti dai Vigili del Fuoco. Solo per fronteggiare l’emergenza incendi, il tasto dolente del 2017, ci sono volute 335 uscite. Ma la riforma, stando all’analisi di Giovannone, non ha aiutato nemmeno i Vigili del Fuoco che sono stati in prima linea anche la scorsa estate durante l’incendio sul Morrone.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento