banner
banner

SULMONA – Collegare la Valle Peligna con la Marsica ma soprattutto dare manforte per la candidatura del Rito dei Serpari a patrimonio immateriale dell’umanità Unesco. La Dmc Terre d’Amore in Abruzzo aprirà una sede a Cocullo, condividendo i locali dove ha già sede l’associazione Alfonso Maria Di Nola, in piazza Madonna delle Grazie. “L’apertura di una sede della Dmc Terre d’Amore nel piccolo centro della Valle Sagittario è finalizzata anzitutto a dare sostegno e forza al raggiungimento dell’obiettivo del riconoscimento della tradizione del rito dei serpari, nella festa di S.Domenico, come patrimonio Unesco. Un riconoscimento di grande importanza perché porterà maggiore e più ampia attività di promozione e valorizzazione della cultura e delle tradizioni di Cocullo e di questa parte del territorio abruzzese – spiega il presidente della Dmc, Fabio Spinosa Pingue – inoltre la sede a Cocullo rappresenterà un ponte importante di collegamento tra la Dmc peligna e la Marsica, ricordando in proposito il progetto già in atto della Via Valeria, avviato per unire tradizioni, cultura e risorse del Centro Abruzzo e della Marsica, in un’ottica di promozione turistica dell’Abruzzo interno”. La sede di Cocullo andrà ad aggiungersi alla sede storica della Dmc di Sulmona, in via del Cavallaro.

Andrea D’Aurelio

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com