banner
banner
banner

SULMONA – Convalidato l’arresto dei due sulmonesi che hanno rubato in una fabbrica dismessa e sono stati sorpresi in flagranza di reato dalla Squadra Anticrimine del Commissariato di Sulmona. A.E. di 51 anni e G.M. di 57 restano così in carcere come deciso dal giudice che contestualmente, su richiesta dei legali dei due arrestati, ha rinviato il processo a martedì prossimo dove probabilmente arriverà la sentenza. I due sulmonesi sono finiti in manette lo scorso 11 ottobre, sorpresi dagli uomini della squadra anticrimine del Commissariato, guidati sul posto dall’ispettore superiore Daniele L’Erario, mentre erano intenti a smontare la cucina della mensa aziendale, e a rubare alcuni mobili e altri oggetti dallo stabilimento dismesso della Italfinish nella zona industriale, azienda dichiarata fallita nel 2015. L’arresto in flagranza di reato è scattato dopo che i poliziotti hanno notato delle luci all’interno della fabbrica dismessa, si sono appostati nelle vicinanze sorprendendo i due uomini che trascinavano mobili e attrezzature per poterli successivamente caricare su un automezzo. I due arrestati avevano con loro attrezzi da scasso, utilizzati per aprire il cancello del piazzale della ditta e una porta d’ingresso dello stabilimento.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento