banner
banner
banner

PRATOLA PELIGNA – Dal teatro contemporaneo ai grandi classici, dalla commedia al teatro d’impegno sociale, con spettacoli di grande valore che vedranno in scena alcuni tra gli attori più promettenti del teatro contemporaneo, questa è la nuova stagione di prosa 2020 al Teatro Comunale D’Andrea. Prende il via, dopo il successo della stagione 2019, la terza stagione teatrale targata “Informart”, associazione presieduta da Beatrice Terrafina, al Teatro Comunale D’Andrea, teatro diretto dal M° Silvio Formichetti e sostenuto dal Comune di Pratola Peligna. Una stagione di prosa eterogenea e di grande qualità affidata, per il secondo anno consecutivo, alla direzione artistica del M° Patrizio Maria D’Artista. Una stagione che apre e che chiude la sua programmazione con due spettacoli di grande rilevanza sociale. In apertura la tematica della condizione della donna nella società moderna con un’invito a prendere distanza da ogni atteggiamento distruttivo e ostile, alla ricerca di una visione paritaria, ancora tutta da conquistare. A chiusura uno spettacolo nato da una storia realmente accaduta. Una storia cruda che parla di pregiudizio, del concetto del “diverso”, dell’omosessualità tacciata come male assoluto, e del ruolo fondamentale della famiglia nella società contemporanea. “Sono fiducioso che il percorso tracciato lo scorso anno sia quello più giusto per il Teatro D’Andrea, un teatro del territorio che esprime qualità”- dichiara il Direttore Artistico D’Artista. Si comincia domenica 2 febbraio alle ore 18:00 con “Cagne”, Spettacolo di teatro contemporaneo scritto e diretto da Daniella De Panfilis con Valentina Iafolla e Silvia Lucantoni e prodotto da Marfateatro. Uno spettacolo che narra della vita di due personaggi culto del cinema americano, Bette Davis e Joan Crawford, come spunto creativo e contenitore per questo viaggio teatrale travolgente e inaspettato.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento