banner
banner

SULMONA – Ridurre il divario culturale e generazionale avvicinando i “nativi digitali” agli adulti in un ambiente accogliente, privilegiando l’apprendimento non formale. Questo il filo conduttore del progetto pilota che vede una trade union fra il Polo Scientifico-Tecnologico “E.Fermi” e l’associazione culturale “Web per Tutti”. Stamane l’iniziativa ha preso il via ufficialmente nell’aula magna del Liceo “Fermi” alla presenza dell’assessore comunale Paolo Santarelli, del Dirigente Scolastico Massimo Di Paolo, del Presidente dell’associazione Anna Grazia Lucantoni e di un gruppo di docenti provenienti da Portogallo, Francia e Grecia. L’iniziativa risponde alle esigenze della Comunità Europea che sta investendo non poche risorse sull’educazione degli adulti. “L’inclusione sociale alloggia e trova le sue fondamenta del Polo”- sottolinea il preside Di Paolo- “nelle scuole si sta lavorando perché il digitale diventi un grande strumento di competenza”. A spiegare come si concretizza il progetto è la Presidente dell’associazione Lucantoni. Ad augurare un buon soggiorno agli ospiti è stato l’assessore Santarelli. La delegazione di docenti ha visitato oggi il centro storico della città e l’Iti di Pratola Peligna. Domani le attività si svolgeranno nella sede dell’associazione “Web per Tutti” in via Circonvallazione, 4 a Sulmona.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento