banner
banner

“Il PD di Sulmona si candida ufficialmente come super favorito al campionato mondiale del ribalta frittate con lancio parabolico”.  La dichiarazione nuda e cruda, condita da satira e urmorismo, arriva dalla coalizione di Sulmona Protagonista a seguito della replica bipartisan di Pd e Movimento Cinque Stelle.  I toni continuano a scaldarsi nella campagna elettorale che doveva ambire alla pacificazione.“Non vogliamo credere, avendo lui il titolo da avvocato, che non sappia che in Procura ci deve andare chi si sente vittima”, ci pare di leggere nel loro comunicato, ribaltando a carico di Andrea Gerosolimo onere ed interesse a denunciare la incredibile quantità di accuse e insinuazioni diffamatorie che gli stanno piovendo addosso. Non funziona così”, sottolineano i civici. “Ci rifiutiamo di credere che i tanti avvocati che sono nel PD, o vi ruotano attorno, non sappiano che, prima che cada sul diffamato l’onere di denunciare le accuse diffamatorie, c’è un onere ancor più gravoso, che cade su chi formula accuse o insinua sospetti su voti di scambio, estorsioni per ottenere candidature, ed altre accuse altrettanto gravi, di andare ad esporle al magistrato. Sono mesi se non anni che dal PD e dintorni arrivano accuse di tal fatta – sostengono da Sulmona Protagonista – ma vengono sempre lasciate cadere lì, evidentemente al solo scopo di insinuare nella opinione pubblica dubbi o sospetti. Bel modo di fare politica. Non è interessante trascinarli in Tribunale”. Per i civici di Gerosolimo sarebbe opportuno ed interessante tornare a spiegare ai sulmonesi che “quando si muovono accuse così gravi i casi sono due: o si hanno in mano fatti, nomi e documenti, e si portano dove devono essere portati, o è solo un patetico e disperato tentativo di vincere con mezzucci, trucchetti, trappole di ogni genere, un confronto politico già abbondantemente perso”. (a.d’.a.)

banner

Lascia un commento