banner
banner

SULMONA – L’inverno è alle porte, e con lui i primi sbalzi di temperatura e i virus influenzali. Uno dei modi per prevenire la trasmissione di questi virus è l’igiene costante e ogni anno la Giornata Mondiale della Pulizia delle Mani ce lo ricorda. Appaiono particolarmente attenti all’igiene i sulmonesi, almeno quelli intervistati da Onda Tg. Emerge chiaramente dalla nostra rapida raccolta di opinioni che cittadini, giovani e meno giovani, mantengono l’abitudine di sciacquarsi le mani vuoi perché in preda al raffreddore o all’influenza del momento, vuoi perché esposti sempre al pubblico con il lavoro. Se per molti però la frase “lavati le mani!” è tra le più comuni fra quelle pronunciate dai genitori ai loro figli, non si può dire altrettanto per numerose altre nazioni del mondo. Secondo quanto segnalato dall’Unicef “Ogni anno le malattie diarroiche e le infezioni respiratorie acute sono responsabili della morte di oltre 3,3 milioni di bambini sotto i cinque anni. Lavarsi le mani con acqua e sapone specialmente in alcuni momenti critici – dopo aver usato i servizi igienici e prima di toccare gli alimenti – contribuisce a ridurre l’incidenza delle malattie diarroiche di oltre il 40% e le infezioni respiratorie acute del 23%.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento