banner
banner

Tra teatro, “inchieste” e confronto. Tornano le attività del Centro Giovani Sulmona con innumerevoli laboratori aperti e gratuiti. Ogni lunedì, a partire dal 17 ottobre dalle 18.00 alle 19.30 riprende il laboratorio di lettura espressiva, “Ad Alta Voce” in cui si lavorerà su dizione, colore della voce, timbro, tono e ritmo, a cura di Classemista Teatro e Musica. Un’opportunità per imparare ad ascoltarsi e ad affermarsi in maniera assertiva e funzionale nelle relazioni interpersonali. Ogni mercoledì, invece, a partire dal 19 ottobre dalle 18.00 alle 19.30, Gio’ on stage, “Laboratorio teatrale” sulla base della comunicazione espressiva, creatività, movimento, consapevolezza scenica, non-recitazione. Un’esperienza che aiuta i giovani a disinibirsi attraverso un valido strumento, quello del teatro che può avere un effetto catartico e liberatorio, educando in tal modo alla libera espressione di sé. Altro interessante laboratorio, che si terrà ogni martedì dalle 17.30 alle 19.30 (8 incontri) a partire da martedì 8 novembre fino a martedì 10 gennaio 2023 dal titolo “Il reportage e lo smartphone – Corso base del reportage video ed utilizzo cosciente dello smartphone”, condotto dal video maker e montatore italiano Stefano Ricci, avrà lo scopo di sensibilizzare ed educare ragazzi/e ad un utilizzo qualitativo dello smartphone. Dalla realizzazione al montaggio video fino all’utilizzo adeguato e consapevole dei social. Un’opportunità per dare dignità ad uno strumento ampiamente ed a volte mal utilizzato, affinché diventi parte della creatività e della produttività dei giovani anche in un’ottica di prevenzione della dipendenza che il suo cattivo utilizzo può comportare. In ultimo, ogni 15 giorni, a partire da giovedì 3 novembre, dalle 18.15 alle 19.45,  Il domani è nel presente, “Gruppo di orientamento al futuro”. Uno spazio di libera espressione, in cui attraverso la parola e il confronto tra pari ragazzi e ragazze potranno acquisire strumenti utili alla conoscenza e alla valorizzazione di sé, in un’ottica di orientamento al futuro che li attende. Individuare le inclinazioni personali, diventare consapevoli di se stessi e degli altri, così da acquisire capacità decisionali e di risoluzione dei problemi generati dalla società in cui viviamo. Gli incontri verranno condotti dal coordinatore del centro giovani, Yari Ferrone, esperto in dinamiche di gruppo, il quale ritiene che in tutti i laboratori su esposti ci sia un denominatore comune; aggregazione, confronto e vicinanza, all’insegna della gruppalità e dell’appartenenza.

Lascia un commento