banner
banner

SULMONA – Con l’accusa di lesioni pluriaggravate sono stati arrestati nei giorni scorsi due fratelli appartenenti alla locale comunità Rom, di 52 e 49 anni. La misura cautelare è scaturita dal fatto che i due, in concorso fra loro, hanno causato lesioni pluriaggravvate in danno di un giovane sulmonese. In particolare, la notte del 24 Aprile 2017 presso la villa a Roccacasale di uno degli arrestati, la vittima ha subito una brutale e ingiustificata aggressione causata dal venir meno di un accordo relativo ad una prestazione lavorativa come Deejay offerta dal giovane sulmonese. Il malcapitato, non appena giunto presso l’abitazione di uno dei due fratelli, a seguito del pestaggio, è stato accompagnato dai familiari presso il locale pronto soccorso dove i sanitari gli hanno diagnosticato importanti lesioni. Il giovane ha rimediato 40 giorni di prognosi dopodiché si è reso necessario il trasporto presso il reparto maxillo facciale dell’Ospedale San Salvatore dell’Aquila. Il personale della Squadra Anticrimine del Commissariato di Sulmona, coordinato dell’ispettore Daniele L’Erario, a seguito di una battente attività investigativa, ha raccolto elementi di colpevolezza nei confronti degli arrestati anche mediante la captazione di un video postato su facebook da parte di uno dei due che ritraeva la serata danzante e le persone coinvolte nella vicenda. Gli arrestati, raggiunti nelle loro abitazioni, sono stati tratti in arresto ed associati presso la Casa di Reclusione di Sulmona. Sono stati interrogati nella giornata di ieri. Al momento restano in carcere poichè già in possesso di pregiudizi di polizia della stessa natura.

Andrea D’Aurelio

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com