banner
banner
banner

SULMONA – “Chiederemo di garantire un servizio di trasporto adeguato alle legittime esigenze degli utenti, così come ci sono state rappresentate dai comitati dei pendolari”. Ad affermarlo in una nota è il Presidente della Provincia dell’Aquila Antonio De Crescentiis a proposito del nuovo orario di Trenitalia che penalizzerebbe non pochi pendolari abruzzesi. Il Presidente della Provincia dell’Aquila assieme al sindaco di Sulmona Annamaria Casini e all’assessore regionale alle aree interne Andrea Gerosolimo, prenderà parte lunedì al tavolo tecnico convocato dal consigliere regionale delegato ai trasporti Camillo D’Alessandro. “Nel corso della riunione – sottolinea De Crescentiis – chiederemo alla Regione e a Trenitalia di rivedere la nuova programmazione invernale delle tratte ferroviarie Sulmona-Pescara e Sulmona-L’Aquila, la cui entrata in vigore, prevista per il prossimo 11 dicembre, penalizzerebbe fortemente i pendolari abruzzesi, in gran parte lavoratori e studenti, che si troverebbero a fare i conti con gli enormi disagi che deriverebbero dalla soppressione delle corse e dalla modifica degli orari”. Proprio ieri i pendolari si sono riuniti in assemblea alla Comunità Montana chiedendo, fra le altre cose, il ripristino del treno delle 7.25 per Pescara e delle 20.15 per L’Aquila.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento