banner
banner
banner

SULMONA – Centrodestra, pentastellati e maggioranza tutti contro Toto. Nella seduta straordinaria del Consiglio Regionale il no al progetto autostradale di Strada dei Parchi è arrivato da più parti. Tre diversi documenti presentati, alla fine anche la maggioranza si pone di traverso al progetto di messa in sicurezza delle autostrade A 24 e A 25. Nel corso della discussione l’assessore regionale alle aree interne Andrea Gerosolimo ha rimarcato che “la mia posizione personale e quella dell’intera maggioranza è di assoluta contrarietà all’ipotesi di progetto per due ragioni. La prima perché una parte importantissima del territorio come la Valle Peligna, l’Alto Sangro e la Valle del Sagittario verrebbe estromessa dal tracciato autostradale visto che è prevista la demolizione del tratto tra Pratola Peligna e Cocullo con danni notevoli all’economia e al turismo. Il secondo motivo- secondo l’assessore- è legato alla contrarietà delle amministrazioni locali. “Ne ho incontrate all’incirca quaranta”- rimarca- “ed erano quasi tutte contrarie”. Al termine della discussione Gerosolimo si è detto soddisfatto perché “è stata fatta chiarezza su un tema che negli ultimi mesi ha visto coinvolti decine di amministratori e portatori di interesse. “L’autostrada non si tocca”- conclude l’assessore regionale. Nel documento della maggioranza si impegna il presidente D’Alfonso anche ad aprire “un serrato confronto con il governo e la società concessionaria Strada dei Parchi Spa per la verifica puntuale dell’assolvimento degli obblighi previsti nella convenzione” risalente al 2001 e a ottenere “importanti investimenti per lo sviluppo e l’ammodernamento della linea ferroviaria Pescara-Sulmona-Roma, risalente al 1880, per portare i tempi di percorrenza tra Roma e Pescara sotto alle due ore, per affermare definitivamente l’aeroporto d’Abruzzo e nel contempo rendere competitivo il trasporto mare-ferro-gomma tra il porto di Ortona e quello di Civitavecchia”. Due documenti presentati dalle opposizioni di centrodestra e del Movimento 5 Stelle sono stati bocciati.Per i consiglieri di Forza Italia si tratta di un passo in avanti da parte di D’Alfonso e della sua maggioranza, dal momento che ora si gioca a carte scoperte. “Seppur registriamo dei piccoli passi in avanti della maggioranza rimaniamo fermi e convinti che bisogna ritirare il proprio parere favorevole di massima al mega progetto presentato dalla Societa’ Strada dei Parchi in quanto in contrasto con competenze e procedure previste dalla legge”- tengono a precisare Sospiri, Febbo, Iampieri, Gatti e Chiodi. Per il gruppo Toto S.p.a. dopo lo stop del Ministero arrivano le prime rimostranze anche dall’Emiciclo.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento