banner
banner
banner

SULMONA – Un albero per ogni nato del 2018. E’ questa l’ultima “invenzione” del punto nascita dell’ospedale di Sulmona che reagisce alla notizia della chiusura decisa dal comitato nascite del Ministero della Salute con innovazione e creatività. L’idea è quello di edificare dei piccoli alberelli per ogni nato dell’anno ma l’area deve ancora essere individuata come pure devono essere trovati i fondi e definiti tempi e modalità. Il progetto è stato presentato questa mattina in Comune e prevede una collaborazione con gli esercenti e gli addetti ai lavori. E’ un modo per reagire con forza alle scelte ministeriali che non hanno frenato però l’entusiasmo di un reparto che è riuscito negli ultimi anni a recuperare la fiducia degli utenti, al di là dei numeri dal momento che le nascite restano ancora troppo basse rispetto la soglia dei 500 parti annui. Al momento si sono registrati meno di 200 parti. Ma non è sui numeri che deve andare avanti la partita piuttosto sull’orografia e sul bacino d’utenza. L’auspicio è che le carte prodotte, le lotte intraprese e le prese di posizioni anche dure siano davvero servite a qualcosa.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento