banner
banner

SULMONA – “Mi occuperò del caso per risolvere il problema che è stato segnalato”. A parlare a Onda Tg è Teresa Colizza, Direttore Sanitario Aziendale della Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila a proposito del caos dei trattamenti logopedici. Il caso è quello denunciato qualche giorno fa, sempre a Onda Tg, dal Tribunale per i diritti del malato. Una famiglia di Sulmona si sarebbe recata infatti nella Asl di via Gorizia per prenotare l’esame. Sono passati un anno e mezzo e dall’azienda sanitaria non è pervenuta alcuna risposta. A quel punto la mamma del minore, che necessita del trattamento, si è rivolta a una struttura privata. “In servizio ci sono due logopediste ed è da capire come è potuto succedere. Provvederemo a verificare la situazione e a occuparci del caso”- ha assicurato Colizza al responsabile del Tdm Edoardo Facchini che, unitamente all’avvocato Catia Puglielli, aveva invitato l’azienda sanitaria a prestare più attenzione a questo tipo di servizi, rivolti principalmente a una fascia delicata della popolazione, qual è quella dei minori. Stesso discorso vale- secondo il Tdm- per la neuropsichiatria infantile. Anche lì le famiglie hanno lamentato la discontinuità dell’erogazione del servizio, sempre con ovvie conseguenze per gli utenti.

Andrea D’Aurelio

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com