banner
banner
banner

SULMONA – E’ iniziata alla grande la 64° stagione concertistica della Camerata Musicale Sulmonese, una delle istituzioni musicali più longeve in Abruzzo, stagione creativa questa e di profonda valenza culturale, mantiene le caratteristiche delle precedenti, basata sull’eclettismo della programmazione. 28 appuntamenti che spaziano dalla musica classica, al jazz, pop, opera, balletto e musical.
L’inaugurazione è stata affidata all’Orchestra Sinfonica del Conservatorio “L. D’Annunzio” di Pescara diretta da Nicola Paszkowski.
Prima del concerto il presidente della Camerata Antonio Tanturri ed il sindaco di Sulmona Annamaria Casini sono saliti sul palcoscenico per salutare il pubblico che ha gremito il Teatro Caniglia ed annunciare l’inizio della nuova stagione concertistica.

Un fiore è stato messo al palco numero otto abitualmente occupato dall’Avvocato Vincenzo Masci recentemente scomparso. Di Masci fu tra i fondatori della Camerata e presidente della stessa per oltre 60 anni.
Un altro fiore è stato posto sul banchetto all’ingresso per ricordare Aldo Andreotti, anche lui recentemente scomparso, assiduo e valido collaboratore della Camerata.
L’Orchestra Sinfonica del Conservatorio Luisa D’Annunzio di Pescara nasce nel 2008 con lo scopo di offrire agli studenti sia un approfondimento didattico, sia l’opportunità di una esperienza formativa a diretto contatto con la realtà del mondo musicale che di fronte al pubblico che sarà il vero giudice della carriera di ogni musicista.

E’ stato presentato un programma di grande suggestione e di rara esecuzione Brahms – Ouverture Accademica, Liszt – Les Preludes, ÄŒajkovskij – Sinfonia n. 6 “Patetica”.
Il pubblico della Camerata ha molto gradito il concerto inaugurale tributando agli esecutori, . . . giovani e meno giovani, lunghi convinti applausi.
Gaetano Trigilio

banner

Lascia un commento