banner
banner
banner

SULMONA – “Nessuno tocchi la Giostra Cavalleresca e le associazioni sportive cittadine per dannosi giochi elettorali”. Parola dell’ex assessore alla cultura e allo sport del Comune di Sulmona Luciano Marinucci che in una nota inviata alla stampa spiega come “la propaganda elettorale è lecita a tutti, nello spirito della competizione per l’elezione del nuovo sindaco, ma sfruttare associazioni come centri di reclutamento di candidati non è accettabile”. “Apprendo con amarezza”- incalza l’ex assessore- “che già da qualche settimana, in vista delle elezioni del 5 giugno, alcuni personaggi dell’ambiente dell’associazione culturale Giostra Cavalleresca e delle associazioni sportive sono in movimento alla ricerca di soci da reclutare in una lista di candidati. Tale tentativo inopportuno e deleterio investe l’associazione culturale Giostra Cavalleresca insieme a Borghi e Sestieri con le associazioni sportive”. “A nessuno deve essere consentito di strumentalizzare il nome e l’immagine della Giostra Cavalleresca e di altre associazioni benemerite della città per meschini interessi squisitamente elettorali danneggiando simboli come la Giostra, patrimonio della Città di Sulmona e dell’Abruzzo”, tuona Marinucci che aggiunge: “qualsiasi azione e pressione di carattere elettorale vanno respinte con decisione, a difesa dell’esclusivo interesse della Giostra Cavalleresca, da lasciare fuori da manovre elettorali, per salvaguardarne l’integrità dell’immagine culturale e il suo stesso futuro. Lo stesso sento il dovere di affermare per le associazioni sportive cittadine, anche loro oggetto di eccessive attenzioni elettorali, da parte di chi pensa di utilizzarle per la composizione di liste”.

A.D.A.

banner

Lascia un commento