banner
banner

SULMONA – Oltre 1.500 visitatori, cinque eventi culturali, degustazioni di prodotti tipici e quattro proiezioni giornaliere (nel weekend di Ferragosto) del documentario “Metamorfosi di un poeta, storia di Ovidio” per la regia di Pietro Faiella. La curiosità dei tantissimi turisti provenienti dall’Italia settentrionale e anche da stranieri, in particolare tedeschi e francesi. La presenza speciale dei bambini e i numerosi feedback riportati sul registro delle presenze. Arriva l’ennesimo successo per la Ovidii Taberna a Sulmona, la mostra dei libri antichi di Publio Ovidio Nasone, curata dalla giornalista Chiara Buccini e organizzata dalla Dmc Cuore dell’Appennino e da FabbricaCultura. Anche l’edizione estiva è da incorniciare. Basti pensare che il giorno di ferragosto e’ stata visitata da una delegazione di professori dell’Università Cattolica di Milano, che hanno espresso interesse per il documentario e entusiasmo per la collezione di testi antichi. Gli oltre 200 libri in mostra provengono da ogni parte del mondo: Francia, Germania, Stati Uniti, Olanda, Belgio. Le opere, nella maggior parte, contengono tavole che ne rappresentano la trama, disegnate e incise dai più famosi artisti come, per citarne uno fra tutti, Picasso. Gli editori sono i più celebri di ogni epoca. Soddisfazione arriva da Anna Berghella, Presidente di Fabbricacultura, e dalla giornalista Buccini. Il pensiero si posta ora su “Spazio Ovidio”, il museo che dovrebbe contenere i preziosi ovidiani e dovrebbe sorgere sull’ex convento di Santa Caterina.

Andrea D’Aurelio

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com