banner
banner

PRATOLA PELIGNA – Collaborazione, cooperazione e compartecipazione per una condivisione d’intenti finalizzata alla promozione del territorio e all’avanzamento socio-culturale. Questi i principali punti che sono alla base del “patto di solidarietà” siglato ieri a Pratola Peligna nella cornice di Palazzo Santoro Colella da sette associazioni culturali, di volontariato e promozione sociale: Avis di Pratola Peligna, Spazio Giovane, Idea Progetto-Devoti Madonna della Libera, Piattaforma delle Idee, Streetambula, Valle Peligna in Tasca e Montagna e Vita. Si tratta di una sorta di linea guida per arrivare ad una maggiore coesione fra le associazioni che operano sul territorio, senza finalità politico-amministrative e senza propositi di carattere personale. Non è un patto chiuso ma, secondo lo statuto, le associazioni potranno decidere di sottoscriverlo anche in futuro. La firma del “patto di solidarietà” è arrivata a margine di un convegno, “Giovani per il Sociale”, dove i rappresentati delle singole associazioni hanno raccontato la loro esperienza personale nell’ambito socio-culturale coltivata durante gli anni e hanno presentano le manifestazioni organizzate dalle rispettive realtà associative: “Notte Bianca – Circus Night”, “Le Uve dei Peligni”, “StreetAmbula Music Festival” e “Antichi Sapori, Sagra del Tartufo”, eventi protagonisti dell’agosto pratolano. “E’ una riproposizione della coesione territoriale, siamo uniti nella varietà”, sottolinea il Vice Presidente di Spazio Giovane Salvatore Presutti. “E’ un patto che formalizza un’unione di intenti che a Pratola già sussiste”, rileva il portavoce della Piattaforma delle Idee Mattia Tedeschi. “Ha un valore importantissimo perché miriamo a creare una grande associazione unica”, fa notare Riccardo Merolli di Streetambula. Secondo la Presidente di Idea Progetto Mariagiovanna D’Andreamatteo il patto rappresenta “l’inizio di un progetto comune”. Per il Presidente uscente di Valle Peligna in Tasca Andrea Ramunno la collaborazione e la cooperazione deve servire anche ad evitare l’accavallamento degli eventi sul territorio. Tira la somme il delegato pro tempore del gruppo giovani Avis Mario Puglielli. “Con la firma ufficiale del patto parte un grande segnale per il territorio”- rincara Puglielli che aggiunge: “siamo sicuri che avrà un’evoluzione e una specificità e verrà migliorato”. L’evento, a cui hanno preso parte undici associazioni, è stato organizzato dal gruppo giovani Avis di Pratola Peligna, nato da poco ma già foriero di iniziative per il territorio.

Andrea D’Aurelio
il patto

Lascia un commento

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com