banner
banner

PRATOLA PELIGNA – Sei percorsi gastronomici, dodici produttori locali, arte, musica e solidarietà. Tutto questo è “Uve dei Peligni”, la kermesse enogastronomica che al termine della prima delle tre giornate già ha fatto registrate un successo di pubblico e di visitatori. Circa seicento i ticket raccolti dagli organizzatori. Numeri da record che ripagano i sacrifici di un duro lavoro. La manifestazione ha preso il via ieri pomeriggio a Palazzo Colella con “Spumantiamo”, un seminario condotto da Leonardo Seghetti. Prima una lezione sulla valorizzazione dei spumanti locali e poi la degustazione. Al calar della sera ecco che le piazze e i vicoli del paese si riempiono di turisti e visitatori che, ricevendo il bicchiere da degustazione e una mappa per orientarsi, seguono il percorso alla scoperta delle sei cantine collocate negli angoli più nascosti e suggestivi di Pratola. In ogni cantina non solo vino ma anche degustazioni e prodotti tipici, ottima musica, arte e tanta allegria. La kermesse prosegue questa sera con tante novità. Il sipario calerà domani con il concerto di Omar Pedrini, alle ore 23 nel rione “Dentro la Terra”. “Lo voglio dire a voce alta. Sono contentissima della risposta del pubblico che, per il momento, è stata al di sopra delle nostre aspettative”, commenta soddisfatta la Presidente di Idea Progetto Mariagiovanna D’Andreamatteo. Per la serie “chi ben comincia è a metà dell’opera”.

Andrea D’Aurelio

Lascia un commento

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com