banner
banner
banner

Il Circolo Culturale Spazio Arte dell’Aquila ha donato all’Archivio di Stato dell’Aquila 40 documenti. La Dott.ssa Sebastiani Ferrari, attuale Direttore dell’Archivio, ricevendo le opere, ha ringraziato il Presidente del Circolo, la Dott.ssa Stefania Di Carlo. Nell’Archivio aquilano già figuravano altre pubblicazioni storiche del Circolo; in particolare alcuni numeri di “abruzzoaz60”, il periodico di cultura. Tra i libri oggi inviati, 10 sono ricerche e studi condotti tra l’Italia e la Francia; costituiscono il più importante e numeroso excursus storico su Papa Celestino V e sull’Ordine dei Celestini in Francia e in Italia. Le pubblicazioni sono stampate con i testi originali, nonché traduzioni e commentati dall’Autrice. Nella redazione dei testi anche la stretta collaborazione con il prof. Ilio Di Iorio, famoso latinista di Sulmona.  A partire dal 1990, il mondo “celestiniano” è apparso in numerosi libri editi dal Circolo Culturale “Spazio Arte”. Tra quelli inviata all’Archivio di Stato:“L’Autobiografia”, “Clemente V e la Canonizzazione di Celestino V tra Filippo il Bello e BonifacioVIII”, “L’Avventura di Due Poveri Cristiani”, “L’Ombra di Celestino V sul pontificato di Bonifacio VIII”, “La vita C” (con ristampa), “I Celestini di Parigi”…Celestino V Pontefice Massimo”, “Celestino V lungo la Valle Subequana”, “5 mesi e 9 giorni di Celestino V dall’Opus Metricum di J. G. Stefaneschi”, “Pietro da Morrone – Celestino V da eremita a santo”. L’importanza di questi testi è ben evidenziata dalle varie pubblicazioni di quanti vi hanno poi attinte; in alcuni senza citate le fonti e gli autori. All’Archivio dati altri libri: “Dal Ponto a Sulmona. Publio Ovidio Nasone: Epistulae ex Ponte e Tristia”, del 2017; ”I Santi che svettano sul Gran Sasso e sul Monte Circolo. Dagli eremiti Franco d’Assergi e Placido di Roio a Karol Wojtyla”, del 2019. Nell’attuale donazione figura anche un libro ‘speciale’ di Emidio Di Carlo Direttore Artistico, storico e critico d’arte, “Incontri-presenze”: veniva edito nel 1966, quando la stampa offset era ancora da attuarsi; nelle tipografie aquilane si componeva e stampava con i caratteri mobili, successivamente con righe uscite dalla linotype. Nel libro Venivano ripercorsi 30anni di pittura e scultura all’Aquila; ampia era la descrizione dell’attività del “Centro Culturale Tre Marie”. Altro libro inviato: “Sebastiano di Cola da Cosentino e l’Annunciazione di S. Maria ad Cryptis in Fossa”, scritto con Stefania Di Carlo e l’architetto-giornalista Ugo Centi, nel 2000. Sempre di interess4e nell’area aquilana: “Ofena. Paese d’emigranti. Fatti, memoria, cultura popolare”, raccontati da Fausto Cantera, nel 2003; mentre nella provincia chietina, in San Giovanni Piano: “Era buono il pane. Storie di vita nel Paese dei Filosofi”, di Beatrice Salvatore Finarelli, nel 2011. Il libro: “Poesia, Disegno e fotografia”, veniva edito nel 1999; seguiva: “PoesiaDue; Disegno, poesia, fotografia, scultura” che, non a caso, presentava in copertina”, nel 2000, la ‘sintesi’ dei disegni degli artisti che poi apparivano a tutto campo nelle pagine successive: Remo Brindisi, Nino Caffè, Amleto Cencioni, Giuseppe Centi,  Francescangelo Ciarletta e Nicola Ciarletta (con ‘Ritratti’ su E. Di Carlo), Gino D’Alfonso, Nino Gagliardi, Pio Iorio, Saverio Mazzeschi, Wilson Santirocco, Angiolo Mantovanelli. Quanto all’edizione del 2000, in “PoesiaDue” venivano pubblicate molte foto dell’attività del Circolo Culturale SpazioArte dell’Aquila dal 1960 al 2000.

Nella donazione presenti molti cataloghi del Circolo Culturale SpazioArte, con testi dello storico e critico aquilano, per le mostre: ”Omaggio a Nino Caffè”, a L’Aquila e nel Museo in Alfedena, nel 1995 e 1996; “E scoppiò la Pace, Braque, Brindisi, Caffè, Matisse e Picasso”, nel 1998 a L’Aquila; “G. Pantaleo, Far/Closer”, presentazione al Catalogo, in Avezzano, nel 2002. “Renzo Tortelli: l’oasi di Scanno 1857-1959”, a L’Aquila, nel 2006.

Infine, ma non ultime, le presentazioni delle mostre d’arte contemporanea int.li, nei cataloghi ufficiali: “Festival Internazionale di Rieti”, Edizioni 1991 e 1992; “Il linguaggio universale dell’arte”, all’Ambasciata dell’IRAQ, in Roma, nel 2013; “Sulla via di S. Giuseppe; dedicata alla lotta contro l’usura, la corruzione e l’estorsione”, Leonessa, nel 2015; “Sulle orme di Francesco. Per chi ha sete di pace”, Assisi, nel 2015; “Festival Arte Duemilasedici”, in Leonessa, nel 2017; “L’Arte a Palazzo. Dai Tintori ai Battiloro”, Firenze, nel 2016; “Gino di Prospero. In mare… a tutta forza”, testo critico, nel 2017; “Valan si racconta”, Terni, nel 2017); “Leonessa a Colori. Expo d’arte contemporanea intern.le”, Leonessa, nel 2018; “L’Arte incontro Artigianato”, Artisti olandesi, Gubbio, nel 2019. “L’Arte si incontra riscoprendo la natura”, Leonessa, nel 2019; “Arte e storia a sostegno degli animali”, Assisi, nel 2019.

Tutta la documentazione citata è ora a disposizione di possibili ricercatori e topi di biblioteca. Sembra comunque di capire che si è di fronte ad un primo lotto dell’archivio del Circolo Culturale Spazio Arte dell’Aquila e della testata “abruzzo az 60” nei suoi trascorsi sessant’anni di editoria.

banner

Lascia un commento