banner
banner

Irresponsabile e mistificatorio l’atteggiamento del PD che diffonde una nota di riflessione sul turismo ma che, nei fatti, denigra e mortifica l’immagine della città, proprio alla vigilia della stagione estiva. Irresponsabile perché umilia il sacrificio di molti imprenditori, che con professionalità e fiducia si stanno preparando al meglio per l’accoglienza turistica. Mistificatorio perché tralascia e svilisce il metodo che l’Amministrazione e l’Assessorato al turismo hanno intrapreso, basato sul dialogo e la condivisione con le associazioni di categoria e gli operatori turistici. Dobbiamo ragionare seriamente sui dati, che arriveranno definitivi a fine stagione e che vanno raccolti con metodo, analizzati per singoli indicatori e valutati nel complesso e saluto con favore qualsiasi argomento di dibattito, purché autentico e onesto, basato su numeri oggettivi e globali. Tuttavia reputo inaccettabile il contegno sguaiato del PD che pare, piuttosto, augurarsi il fallimento di una stagione che stiamo preparando con impegno, affrontando complessità che pure esistono e questo per fornire tutti gli strumenti possibili affinché il trend positivo di presenze degli ultimi anni venga confermato. L’Aquila è una città dalle indiscusse bellezze, chi la visita non lo fa per la morbosa curiosità di osservare le macerie e i danni del sisma ma vuole ammirare uno dei centri storici fra i più belli d’Abruzzo, assistere agli eventi offerti dal cartellone estivo ricco e variegato, visitare il Munda, il Mammut, il Maxxi o le bellezze della nostra montagna che solo a maggio è stata protagonista di uno spettacolare arrivo di tappa del Giro d’Italia. Giusto discutere seriamente e con rigore le questioni legate ai servizi turistici ma la promozione della nostra terra dovrebbe animare ciascuno di noi. L’Aquila ha bisogno di ambasciatori non di denigratori seriali!

banner

Lascia un commento