banner
banner

Dopo le numerose polemiche insorte in seguito al mal funzionamento del Pronto Soccorso del San Salvatore, il dr. Vincenzo Pace, coordinatore medico nello staff della Direzione Asl risponde: “Il pronto soccorso dell’Aquila tiene bene e funziona molto meglio rispetto alla gran parte delle altre regioni. Non abbiamo situazioni di particolare emergenza. nonostante alcuni giorni di forte afflusso, dovuti a polmoniti comunitarie degli anziani, recrudescenza di bronchiti croniche e scompensi cardiaci, come accaduto il 1° dicembre scorso quando, con 75 accessi nel pomeriggio, sono rimasti da assistere 9 pazienti. Questa massiccia affluenza è stata smaltita nei tempi più rapidi possibili, con l’utilizzo di alcune misure, tra cui la messa a regime dell’Obi, in cui sono stati accolti 6 pazienti, e la collocazione degli altri 3 su letti dotati anche di materassi antidecubito. Per migliorare l’assistenza è necessario un maggior filtro da parte dei medici di base, anche tramite la realizzazione degli ospedali di comunità e la fattiva collaborazione dei reparti di medicina e chirurgia degli ospedali nell’effettuare dimissioni non protette a domicilio entro le ore 12 anche nei giorni festivi e prefestivi. In aggiunta a questo, la Direzione ha già dato disposizioni per attivare posti preordinati di area medica e chirurgica quotidianamente a disposizione del pronto soccorso”, conclude Pace.

banner

Lascia un commento