banner
banner

SULMONA – Centinaia di adesioni nell’ultimo week end di sensibilizzazione e il no fermo e deciso al progetto della bretella ferroviaria. Il coordinamento della Lega di Sulmona scende in piazza e prende posizione sui temi più caldi. Nel primo fine settimana di maggio il coordinamento ha incassato le prime cento tessere mentre svolgeva la sua attività di sensibilizzazione contro il progetto di Rfi, già ampiamente spiegato a Sulmona con tanto di convegno, ma la Lega e il suo coordinatore territoriale Fabio Federico non sono convinti. “Nel caso in cui l’irrazionalità proposta da Regione Abruzzo nel MasterPlan e programmata da Rfi, unita all’arrendevolezza dall’amministrazione di Sulmona combinata con l’assenza della maggioranza di governo cittadino nel sollecitare azioni di maggiore resistenza e di controproposta, dovessero condurre alla realizzazione della fermata di Santa Rufina, la Lega Sulmona”- si legge in una nota- “fin da ora dichiara la ferma convinzione ed il proprio convincimento che Rfi debba provvedere con proprie risorse a consentire la mobilità passeggera tutta interna alla stazionecCentrale connettendo con strutture ed infrastrutture interne la fermata di Santa Rufina. La folle proposta di nuova stazione sulla ridicola tratta Alta Velocità PE-AQ, non dovrà mai sostanziarsi come realtà fine a se stessa ma dovrà realmente e concretamente essere un potenziamento della unica stazione di Sulmona”. La Lega quindi dichiara battaglia al progetto di dalfonsiana memoria.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento