banner
banner
banner

Sulmona – “Annamaria Casini riguardo il parco commerciale ex Finmek dell’imprenditore Antonio Rubeo, fermo da ormai troppi lunghi anni per motivi ancor oggi da comprendere, non ha capito l’entità del danno di tenere una struttura di 300 posti di lavoro bloccata”. E’ quanto afferma il presidente dell’associazione La vita è bella Giovanni Cocco che si unisce alla protesta dell’imprenditore Giancarlo Marcelli contro la situazione di stallo del progetto. Cocco critica la Casini ed elogia l’altro candidato sindaco Bruno Di Masci: “Noto con estremo piacere che chi invece ha capito l’importanza della situazione è Bruno Di Masci che si è preso l’impegno di sbloccare il prima possibile i 300 posti di lavoro calandosi nella parte di un vero primo cittadino”. Giovanni Cocco dichiara inoltre di giungere a queste conclusioni dopo aver valutato negativamente le risposte della Casini, definite poco chiare e vaghe, date nel confronto dello scorso mercoledì alla Comunità Montana Peligna che hanno fatto storcere il naso ad alcune associazioni come a quella da lui presieduta. “Sulmona non può più aspettare – conclude – perché il tempo è finito!”.

Domenico Verlingieri

banner

Di Ads

Lascia un commento