banner
banner

SULMONA. Esattamente come 35 anni fa Corrado Tuzii salirà in sella alla sua Honda 500 GP per percorrere il tracciato di Imola della mitica 200 Miglia, la competizione motociclistica di velocità che si è svolta per tredici edizioni tra il 1972 ed il 1985. Domenica prossima parteciperà all’evento della 200 Miglia Revivial insieme a team e campioni che hanno fatto la storia. “L’invito che mi è stato rivolto insieme alle leggende del motociclismo mondiale – afferma – è un motivo di grande soddisfazione ed orgoglio perché rappresenta una sorta oscar alla carriera. E’ un onore essere considerato come uno dei protagonisti di quella che è stata la gara più importante del mondo”. Corrado Tuzii torna anche quest’anno all’importante manifestazione che servirà a ricordare le sue partecipazioni alla 200 Miglia di Imola avvenuta per tre edizioni negli anni ’80, ’81 e ’82. “Non ho potuto farla invece nell’83 – racconta – a causa della frattura riportata in un’incidente. Quella fu purtroppo l’edizione più triste in quanto morì il mio compagno di squadra Guido Paci che a Sulmona ricordano perché qualche giorno prima della 200 Miglia intervenne alla presentazione della nostra squadra al teatro comunale. Ho partecipato a tre edizioni e la migliore è stata quella dell’82 quando con la Suzuki RG del Team Beton Bloc arrivai decimo. Classificarsi tra i primi dieci al mondo non è una cosa di tutti i giorni specialmente per un team privato come era il nostro in Abruzzo”. Da Sulmona nuovamente ad Imola per rivivere le emozioni con la sua moto storica. “E’ un Honda 3 cilindri da Gran Premio – spiega – ed all’epoca aveva caratteristiche eccezionali con 125 cv ed un peso complessivo inferiore ai 125 Kg con un rapporto peso-potenza 1 a 1 tanto da consentirgli prestazioni straordinarie”. Quella di domenica non è una gara ma solo un’esibizione però quando tutti saranno in pista il gusto di correre tornerà sicuramente. “E’ soltanto una sfilata – conclude – ma quando dei campioni salgono su una moto anche in età avanzata viene la voglia di dargli il gas. Sarà un motivo per confrontarsi ancora perché, sono sicuro, scoppieranno le antiche rivalità”.

Domenico Verlingieri

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com