banner
banner

SULMONA. Il Panathlon di Sulmona si fa portavoce di un importante evento rivolto alla pratica dello sport da parte di bambini alle prese con disabilità. Si tratta della seconda edizione del campus estivo paralimpico Piccoli Campioni in programma dal 24 al 28 luglio nel complesso sportivo dell’Incoronata che è stato presentato in una conferenza stampa ed in una conviviale. L’iniziativa si svolgerà nel capoluogo peligno grazie al sulmonese Mauro Sciulli, presidente regionale del Comitato italiano paralimpico, che si avvale del supporto fondamentale del delegato abruzzese della Federazione italiana nuoto paralimpico Elvia Rega. Il campus rientra in uno specifico progetto per la pratica dello sport in età pediatrica per bambini dai 3 ai 14 anni ed è uno dei primi in Italia. “La città deve essere entusiasta – ha dichiarato Sciulli – perché riusciremo a portare una trentina di atleti con disabilità intellettive, relazionali e fisiche”. A sottolineare i validi contenuti sono stati i vertici nazionali della Federazione nuoto paralimpico, il presidente Roberto Valori ed il segretario generale Franco Riccobello, intervenuti a Sulmona per la presentazione. “Quando si parla di sport – ha affermato Valori – si fa riferimento all’avviamento ed alla promozione attraverso i giovani anche se con i ragazzi disabili aumentano spesso le difficoltà perché c’è bisogno di una preparazione diversa, di personale specifico e di strutture senza barriere architettoniche. Il nostro sforzo è quello di trovare le strategie, anche politiche, per avvicinare allo sport i futuri piccoli campioni”. Saranno cinque giorni all’insegna dello sport e dell’inclusione con tante attività come nuoto, tennis, atletica leggera, beach volley ed ippoterapia. “Il Panathlon vuole essere ambasciatore di quest’evento”. Ha sottolineato il presidente Luigi La Civita che ha esortato l’amministrazione comunale di Sulmona, rappresentata dal consigliere Andrea Ramunno, a migliorare l’efficienza dell’impiantistica e, nello specifico dell’Incoronata, a rinnovare la cartellonistica pubblicitaria delle strutture presenti. Molto partecipata è stata anche la conviviale svoltasi nello splendido scenario del Meetingarden dell’hotel Santacroce ed arricchita dalla presenza del vescovo Michele Fusco e degli atleti paralimpici Antonio Cippo della nazionale di tennis in carrozzina e Pietro Trozzi, presidente dell’associazione Sci handicap Abruzzo. Particolarmente significativa la presenza di alcuni bambini che, reduci dall’esperienza del campus dello scorso anno, sono pronti ad una nuova avventura da piccoli campioni. Sono stati inoltre riportati gli esempi significativi di una coppia di Roseto degli Abruzzi che ha adottato una bambina con disabilità e della presidente locale dell’Anfass Emanuela Pasquali per l’impegno nella tutela dei diritti dei diversamente abili e nel loro inserimento nel contesto sociale. Tutti convinti che lo sport riesce a dare un notevole contributo in questo senso. “L’appuntamento di luglio – ha rimarcato La Civita – sarà un bel momento per Sulmona perché vuol dire che anche le piccole città dell’entroterra sono in grado di ritagliarsi momenti importanti da dedicare agli sport per disabili”.

Domenico Verlingieri 

Di Ads

Lascia un commento